Un hamburger può fare bene al palato, ma anche al cervello.

Nustrirsi per stare bene, non è una moda ma una vera e propria volontà che in tutto il mondo ha preso piede da ormia decenni, e in tempi più recenti è diventata oggetto di studi scientifici. La possibilià di potenziare il nostro corpo e le nostre funzioni con l’alimentazione è però a volte ricoperta di estrema, e sbagliata fiducia se soprattutto alla nostra alimentazione non accostiamo un CORRETTO stile di vita. Rimane comunque un obiettivo affascinante, ed è ormai ampiamente assodato che la dieta sia in grado di contribuire alla salute, difendendo l’organismo da numerose patologie, da quelle cardiovascolari ai tumori.

Anche il cervello è un organo che va preservato e mantenuto, per limitare le degenerazioni causate dall’età e lo stress dovuto ai ritmi spesso frenetici della vita quotidiana, dei quali proprio la memoria e la lucidità possono fare le spese. quindi, DORMI BENE, e allena non solo fisico ma anche il tuo cervello, anchemangiando i cibi giusti: alcuni infatti, sono ricchi di sostanze preziose, a livello internazionale chiamate smart nutrients.

I cibi comunemente detti curativi, lo sono però solo perchè contengono quelle sostanze psicoattive funzionali al miglioramento cognitivo, del tutto non comparabili a quei famaci assumibili solo tramite prescrizione per la cura di disturbi dell’attenzione, d’ansia …

  • Omega-3. neuroprotettivi, per lo sviluppo cognitivo in giovane età e per il contrasto del declino cognitivo negli anziani, rivelandosi utili contro ansia, depressione, Alzheimer e altre disabilità. Conviene quindi consumare più, salmone e trota,pesce azzurro noci, semi, avocado, krill, chia e kiwi.
  • Curcumina. Contrasta la demenza senile, aiuta nella prevenzione della malattia di Alzheimer e stimola la produzione di nuove cellule cerebrali, sostenendo la memoria. Inoltre, si distingue per avere molti usi terapeutici, grazie alle sue proprietà antiossidanti e antinfiammatorie. È il principio attivo della curcuma, spezia che può essere usata per insaporire piatti a base di riso e verdure.
  • Flavonoidi. Li troviamo in: cacao e cioccolato fondente, tè verde, mirtilli, albero di ginkgo e agrumi.
  • Vitamine B, C, D, E, K. sostengono il sistema nervoso e contrastano lo stress ossidativo e i radicali liberi: agrumi e ortaggi,prodotti ittici, cereali integrali e funghi, noci, semi, olive, germe di grano, avocado e asparagi.
  • Colina. tuorli d’uovo, fegato, pollo e lattuga.
  • Selenio, magnesio, rame, ferro e cromo : noci, cereali integrali, carne, pesce e uova; legumi, nei semi e nei cereali integrali;crostacei, fegato, nel cacao e nel pepe nero.
  • Caffeina. A basse dosi, svolgerebbe un’azione protettiva nei confronti della demenza, e in particolare contro la malattia di Alzheimer.